CROSSFIT: ALLENATI, MANGIA BENE E RIPOSA

Dopo due settimane di CrossFit il mio fisico inizia a essere stanco. Probabilmente la mia stanchezza è data anche dal fatto che ho iniziato a inserire il sollevamento di pesi nel mio programma di allenamento. Sto infatti raccogliendo molte informazioni riguardanti gli atleti che praticano CrossFit ad alti livelli. La maggior parte si allena 6 giorni a settimana, prevedendo anche 10 sessioni di allenamento ogni 7 giorni. Questi allenamenti vengono divisi in pesistica, sollevamento pesi ed esercizi anaerobici, e in allenamenti di resistenza e sessioni di CrossFit. Kristin Holte, per esempio si allena 6 giorni a settimana prevedendo un giorno di riposo dopo il terzo giorno di allenamento. In un’intervista precisa di non essere una sostenitrice dei giorni di riposo e di sostenere allenamenti di pesistica la mattina, mentre di resistenza e di aerobica la sera. Per Kristin inoltre è fondamentale seguire una dieta a base di proteine e carboidrati “buoni”. Per alcuni studiosi i carboidrati buoni devono rappresentare il 50% della dieta giornaliera di un’atleta di CrossFit durante la preparazione. Un’altra testimonianza la offre Noah Ohlsen. Lui afferma infatti di allenarsi 5 giorni alla settimana per 5 o 6 ore al giorno.

Questi esempi dovrebbero farci capire che per ottenere risultati significativi ci debba essere un perfetto connubio tra allenamento, alimentazione e riposo. Ovviamente non si può trascurare nessuno di questi tre aspetti. Un programma di allenamento esasperato non accompagnato da una dieta adeguata e da un periodo di riposo opportuno, potrebbe essere controproducente ai fini del risultato finale che ti sei prefissato.

Come sempre scrivo l’allenamento del giorno:

WOD:  walking lunges (affondi) + push ups (piegamenti) + kettlebell swing + box jump (salti) + ankles to bar (appesi alla sbarra, tirare su le gambe cercando di arrivare il più in alto possibile)

Eseguito per 19-15-12-9-6-3 

https://www.google.it/search?q=kettlebell+swing&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=WUG8U9_uHqKV0QWQ3YHgBQ&ved=0CAYQ_AUoAQ&biw=1366&bih=624#facrc=_&imgdii=_&imgrc=XD45zFUfACExzM%253A%3BCO4HhlbAKAlwoM%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.prevention.com%252Fsites%252Fdefault%252Ffiles%252Fimages%252Farticles%252Fkettlebell-PV0813.jpg%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.prevention.com%252Ffitness%252Fstrength-training%252Fget-flat-belly-kettlebell-swings%3B620%3B335

L’allenamento può prevede circuiti di allenamento ad alta intensità o esercizi con sovraccarichi che vanno eseguiti con attenzione. Assicurati di essere nella condizione fisica adatta per svolgere questo tipo di allenamento prima di iniziare oppure di essere seguito da uno specialista del settore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *